Recensione in Anteprima: “Io e Te = Amore” di Jessica Sorensen

Lottare e sopravvivere. Cadere e risalire. Infettarsi e guarire.

Ogni cadenza di tempo che passa tra la prima fase e la seconda è una lama, affilata e aguzza, che trafigge ogni parete sottile e debole della precaria stabilità di chi ha ingoiato il sapore amaro e pungente del senso di colpa. Colpevolizzarsi di essere la causa del nostro stesso male, equivale a crocifiggere una mente che non riesce a dimenticare. Allora inchiniamoci a questa grande autrice, Jessica Sorensen, che ha usato il suo straordinario talento al fine di includere in semplici e poche parole tutta la verità che ogni combattente ha bisogno di vedere, anche se i loro occhi sono velati dal grigio oscuro di una negligenza che non esiste. E se vedere non bastasse? Cosa potrà salvarci?

Non sono solo. Quest’idea mi è così estranea che non so proprio come rispondere. Quando sono morto e poi sono tornato in vita, mi sono sentito un po’ come un fantasma con cui nessuno voleva parlare, perché ricordavo a tutti la cosa terribile che era successa. Perciò ho fatto un favore al mondo e mi sono impegnato a fare di tutto per non esistere.

Acquista su amazon

Acquista su amazon

Autore: Jessica Sorensen

#3: Stelle Cadenti Series

Data di pubblicazione: 10 Novembre 2016

Genere: New Adult

Trama:

Oggi è il primo giorno della nuova vita di Quinton Carter. Il suo passato lo ha devastato, ma Nova Reed lo ha aiutato a rimettersi in piedi. Quinton ha ricominciato a vedere il mondo attraverso gli occhi di lei, così chiari e limpidi. Nova è l’unico motivo per cui il suo cuore batte ancora dietro la terribile cicatrice che ha sul petto. Gli piacerebbe averla tra le braccia ogni minuto della giornata… ma non è ancora pronto. Nova, nel frattempo, suona la batteria in una band e passa il tempo con i suoi migliori amici, ma la verità è che le manca qualcosa. O forse qualcuno. Con Quinton parla al telefono ogni notte. Vorrebbe toccarlo, baciarlo, anche se lei per prima sa di avere bisogno di altro tempo per guarire. Una notizia improvvisa e scioccante, arrivata come un fulmine a ciel sereno, però, le fa capire di aver bisogno di Quinton come lui una volta ha avuto bisogno di lei. Quinton sarà in grado di rompere per sempre con il passato e aprirsi al cuore di Nova?

∼♥♥♥∼

Quinton Carter è una vittima della tossicodipendenza. Metamfetamina e eroina. Il biglietto da visita della strada più fasulla da intraprendere per dimenticare. Il finto rimedio per soccombere un passato quasi fatale, un cerchio di ricordi aberranti che è arrivato dove ha fallito quell’incidente. Quel Nessuno che sopravvisse, in realtà, non ha mai lasciato quell’asfalto cosparso di sangue. Quelle dita che stringevano Lexi sono ancora intrecciate anche a distanza di due anni. Ogni istante di quella notte è impresso nell’unico ritratto che è capace di rappresentare tramite i suoi occhi lucidi e sobri. Occhi che ora osservano la luce abbagliante della città e della libertà, dopo due mesi di reclusione per disintossicarsi.

La libertà fa sembrare le cose diverse.

Io mi sento diverso. Nervoso. Precario.

Come se stessi per cadere.

Cadere, o per meglio dire ricadere è il rischio più alto. Il terrore e la paura che evinca la fragilità giocano un ruolo importante nella sua lunga corsa alla rinascita, a quella sopravvivenza che non è mai avvenuta. Tante le domande e le incertezze, tanta è la voglia segreta e tentatrice, di tirare fuori quel punto dentro di lui che si rifiuta di accettare. Quella salvatrice che non ha rivali, nessuna cura sarà mai Nova Reed. Nova, come la macchina. Quando due mondi si incontrano nel peggiore degli avvenimenti, dove l’unico legame è il dolore della perdita le vie d’uscita sono solo due: vivere o morire. Nova oggi vive, anche se sarà messa a dura prova da una perfezione che nasconde un pericolo imminente. La prospettiva azzardata che tutto potesse risalire a galla si affaccia prepotente, ai margini di una luce cospargendola di ombre.

E per un attimo tutto sembra perfetto, ma non riesco a credere che durerà, perché la perfezione sembra non durare mai. Finisce sempre per accadere qualcosa. Finisce sempre per accadere la vita. E non importa quel che faccio, per quanto forte io lo voglia, non riesco mai a tenere il male lontano del tutto.

Attraverso i suoi videomessaggi combatte la sua possibile ricaduta, salvare chi oggi è quello che è stata lei è la sua terapia, ma inciampare è facile come respirare. E lei non può farlo, quindi ridesta dentro di sé quel sentimento tanto forte da averla distrutta in passato, quanto capace di averla riportata in superficie.  Le ha dato quel coraggio di non arrendersi per ricoprire il compito dell’antagonista alla droga e allo spegnersi dei pensieri cupi, è stata la Nova che aveva un unico obiettivo: salvare Quinton. Cosa accade, se ora quella da salvare fosse lei? Quinton è pronto per lei? Per aprire quel varco invalicabile che condurrà alla salvezza? Hanno bisogno di provare la vera bellezza ancora sconosciuta a entrambi. L’amore incondizionato per se stessi e la vita. Tutti meritiamo di vivere. Quel loro viversi è un particolare modo di amare.  Amarsi oltre il peso di un passato e un futuro che resterà sempre un’incognita.

Resisto al bisogno incredibilmente intenso di lasciarmi cadere a terra, ma è difficile restare in piedi col corpo che pulsa di adrenalina ed emozioni. Mi sembra di cadere di lato, come se stessi precipitando da una fune sospesa. Ma c’è lei che mi abbraccia e allora non cado del tutto e finisco per rimanere sospeso in aria.

Nova e Quinton: No regrets. Nessun rimpianto, nessun passo indietro, solo piccoli salti ma abbastanza lunghi da superare gli ostacoli che si presentano nella loro realtà e in quella di tanti sopravvissuti. Questa storia insegna il vero percorso di una vita costellata da perdite e nascite, discese e salite, e l’unica guarigione è saper affrontare la contorta verità che supera il giusto ordine cronologico di come andrebbe vissuta. Non c’è rinascita se prima non si è stati vittime della morte.

∞∞∞

Rinascere è quella meta che anelo da tanti anni. Ho riversato tutto in quello che so fare meglio: mettere nero su bianco quello che cerca di consumarmi pian piano, è come un veleno che scorre senza che possa fermarlo. Sono un Quinton, una Nova, o tanti altri che assistono alla loro caduta. Ma esistono anche loro… quelle persone che conoscono il tuo tormento e usano il loro potere per aiutarti a risalire. Non ho bisogno di dare dei volti, loro lo sanno. E lo sai anche tu. Tu, che con il tuo modus operandi scettico e fuorviante, indichi quel sentiero che ho il terrore di percorrere.

Grazie.

Baci, Rosaria.

 

 

Our Score
Our Reader Score
[Total: 1 Average: 5]

2 thoughts on “Recensione in Anteprima: “Io e Te = Amore” di Jessica Sorensen

  1. Una trilogia unica al mondo. Una Sorensen che toglie il fiato… una recensione che non ha bisogno di parole! Grazie!

    • Grazie <3.
      Cerco di valorizzare il talento e la grande arte di trasmettere la realtà, anche la più difficile, in qualcosa che vale la pena di provare per poter essere quel qualcuno di diverso ma anche incredibilmente speciale.

Comments are closed.