Recensione “Il silenzio del peccato”di Linda Bertasi

Carissime sfumature la nostra Antonella vi consiglia il romanzo breve di Linda Bertasi.

Buona lettura.

∼♥♥♥♥♥∼

Acquista su amazon

Acquista su amazon

Autore: Linda Bertasi

Data di pubblicazione: 27 ottobre 2015

Edito: Delos Digital

Genere: Historical Eros

Trama:

Essex 1522. Jane Rivers ha solo sedici anni quando incontra Charles Brandon, il duca di Suffolk. Una tempesta fortuita li costringerà a ripararsi in un capanno tra i boschi e la passione li travolgerà.

Ma Jane è una serva e Charles un duca, non c’è spazio per l’amore.

I genitori della ragazza, per nascondere l’onta, la costringeranno a un matrimonio riparatore con il promettente avvocato e amico di famiglia Richard Howard. Per Jane una nuova vita si profila all’orizzonte e una tenuta opulenta in cui trascorrerla. Ma cosa nasconde questa villa e perché un gentiluomo dovrebbe scegliere di dare scandalo e sposare una contadina? Cosa si cela dietro gli incubi che da anni tormentano Jane e che riaffioreranno non appena varcata la soglia di Manor House?

Nell’Inghilterra di Enrico VIII tra seduzioni e inganni, una storia di passione e omertà che affonda le sue radici nel silenzio.

ABSTRACT: Nell’Inghilterra di Enrico VIII una storia di seduzione e inganno, di passione e omertà, dove niente è come sembra. Una serva divisa tra un duca e un ricco avvocato, tormentata da incubi inspiegabili e da un desiderio proibito.

∼♥♥♥♥♥∼

Ciao sfumaturine,

Oggi parleremo del Romanzo breve di Linda Bertasi “il silenzio del peccato”

Siamo nell’epoca Tudor, con un famoso Re Enrico VIII, in una Londra lontana che fa da sfondo a questo romanzo che vede come protagonisti una contadina figlia di servi di nome Jane, il duca di Suffolk,di nome Charles e un facoltoso avvocato, Richard.

Jane conoscerà il duca una mattina, all’età di 16 anni e si lascerà trasportare dall’ingenuità.

“Era preda di quello sconosciuto alla sua Mercé

e mai sensazione fu più sublime”

 “una fusione perfetta di fiati e corpi”

Per poi rendersi conto della follia appena consumata, una famiglia che non l’avrebbe mai perdonata. L’invito a Corte andato non come sperato, e ancora un altro incontro, un altro viaggio in quella magia dei sensi.

Finché non si arrese al volere della famiglia di divenire promessa sposa di Richard, avvocato amico di famiglia.

Troviamo sempre una Jane tormentata da mille domande, da sogni inspiegabili, non capiva come un avvocato rispettabile e avvenente avesse scelto proprio lei, nonostante sapesse della sua privata innocenza.

“La credevano una ragazza forte e coraggiosa, indomita e ribelle, ma non era che una ragazza, l’unica figlia femmina in una famiglia di uomini, una sognatrice che tentava di restare con i piedi per terra, ma quanto dolevano quei calzari costretti a percorrere un sentiero di schegge di vetro”

Si trasferì nella dimora di Richard ma anche li` ben presto si rese conto dei misteri e tradimenti che la circondavano. Col passare degli anni, e vari avvenimenti che la videro testimone,  riportano alla mente cose che aveva sepolto nella sua memoria ma che inconsciamente riviveva nei suoi sogni.

Comincia così a mettere insieme i tasselli, e quello che si prospetta davanti , le sconvolgerà una intera vita….

Come reagirà Jane?

12212338_10207053685693365_1869225825_n

Innanzitutto vi dico che non mi ero mai avvicinata a questo genere di romanzi e devo dire che ne sono rimasta affascinata nonostante sia un romanzo breve.

I due protagonisti maschili vi entreranno nell’anima seppur in maniera diversa.

Ho tifato fino all’ultimo per uno dei due, ma non vi svelerò il nome, per non sbilanciarmi rischiando di spoilerare il finale inattesissimo e per niente scontato.

Vivrete la vita di Jane, con sbalzi temporali, dall’adolescenza fino ad un’ età più adulta vivendo i suoi sentimenti e la crescita interiore.

Sarà come lanciarsi in un’altra epoca, così distante dalla nostra, vorreste non smettere mai di leggere di questo groviglio di sentimenti e passione.

E questo grazie alla scrittura di Linda Bertasi, scorrevole, elegante e ricercata nei minimi dettagli che vi trasporterà e vi farà appassionare pagina dopo pagina a queste vicende e colpi di scena.

Un bellissimo modo di scrivere anche le scene di sesso, ben descritte, emozionanti e piccanti ma mai volgari.

E quindi mi sento di ringraziare la Bertasi per avermi catturato e fatto apprezzare così tanto un genere mai letto prima.

E voi cosa aspettate a tuffarsi in un’altra epoca?

Baci Antonella.

 

Our Score
Our Reader Score
[Total: 0 Average: 0]

2 thoughts on “Recensione “Il silenzio del peccato”di Linda Bertasi

Comments are closed.