Recensione in Anteprima: “Prova ad amarmi ancora” di Sylvia Kant

Salve Sfumature,

è con molto piacere che oggi vi parlerò di uno dei libri più attesi, non solo degli ultimi tempi ma, oserei dire, degli ultimi anni. Vi sto parlando di “Prova ad amarmi ancora” sequel dell’acclamato e osannato “Prova ad amarmi” dell’italianissima e misteriosa Sylvia Kant.
Siete pronte a fare ancora una volta i conti con l’irresistibile Antony Barker?
Come al solito prima di parlarvene, vi posto la trama.

Acquista su amazon

Acquista su amazon

Autore: Sylvia Kant

Angela SF

Edito: New Compton Editori

Data di pubblicazione: 20 Giugno 2016

Genere: Erotico

Trama:

Antony Barker è attraente e tenebroso, sesso e perversione si incarnano in quest’uomo dall’anima di ghiaccio e dallo sguardo magnetico. Angela Palmieri viene da Roma, è timida e troppo lontana dal suo mondo per poterne fare parte. L’incontro con Antony la segna sia nell’anima che nel corpo, perché lui non è un uomo qualunque e gli oscuri segreti che custodisce sconvolgono Angela nel profondo, fino a costringerla ad allontanarsi, ma, ovviamente, non è così facile liberarsi del ricordo di Antony… In un susseguirsi di colpi di scena, intrighi e rivelazioni, Angela imparerà a conoscere meglio se stessa, i suoi desideri e il suo passato, ma soprattutto quello del suo amato uomo dall’anima nera…

∞♥∞

Ed eccoci qua, mi ritrovo a far i conti con il libro sicuramente più discusso e atteso: ricordo un entusiasmo del genere solo per Gideon e le avventure della Crossifire. Ma che ci volete fare, non è proprio facile dimenticare l’affascinante ed irresistibile Antony.  Io stessa non vedevo l’ora di avere per le mani, il tanto atteso seguito della tormentata storia di Antony e Angela. Allora da dove iniziare? Non saprei proprio visto che c’è così tanto da dire su questo libro. Ancora una volta Sylvia Kant si dimostra essere un’autrice di razza, talento e spessore non indifferente oltre che, naturalmente, una mente assai contorta che riuscirà a tenervi con il fiato sospeso fino alla fine. Un modo di scrivere articolato, complesso e ricercato che danno ancora più prestigio alla narrazione rendendola molto elegante anche nelle scene più forti e crude che, vi avviso, sono tante e di diverse natura. “Prova ad amarmi ancora” infatti è un erotico nel vero senso della parola, forse anche estremo quindi se siete amanti del romance più puro e delle storie d’amore romantiche che vi lasciano sospirare di fronte alla perfezione dei personaggi, vi consiglio di evitarne la lettura perché non fa proprio al caso vostro.
In questo secondo libro non ritroveremo solo i nostri tanto amati protagonisti Antony ed Angela ma anche molti dei personaggi che già abbiamo imparato ad apprezzare in “Prova ad amarmi”, oltre che nuove comparse che arricchiranno la storia di suspence e curiosità.  Personaggi secondari del primo romanzo, diventano di primo rilievo in “Prova ad amarmi ancora”.  Per questo vi consiglio di prestare molta attenzione ai vari legami esistenti, perché altrimenti rischierete di perdervi qualche passaggio della storia.  Infatti, se da un lato queste novità rispondono a molte domande e dissipano dubbi, dall’altro mettono nuova carne al fuoco, forse fin troppa. Questo rischia di creare più di qualche confusione nei lettori, anche se la narrazione in terza persona aiuta di certo nel rappresentare i diversi punti di vista con cui però è facile perdere di vista il filo principale della storia.
Ciò che rende tremendamente affascinante la storia è l’estrema varietà di personalità ed individualità che Sylvia Kant riesce ogni volta a rappresentare, analizzandone a fondo ogni diversa sfumatura e debolezza che li caratterizza. Diverse nature, diverse storie con i propri punti deboli e le loro perversioni a cui non resistono e soddisfano in ogni modo possibile. Filo comune è infatti la totale assenza in essi di qualsiasi tipo di moralità o valori, sacrificati per il soddisfacimento dei propri bisogni: tutto è lecito, tutto è possibile e non ci sono limiti né fisici né morali che non possano essere violati. In “Prova ad amarmi ancora” ciascun personaggio ha un proprio ruolo ben preciso e differente ma è, a suo modo, vittima e carnefice. Tutti infatti, usano e vengono usati: sono burattinai che tengono ben stretti i fili dei propri burattini;  al tempo stesso però vengono manovrati da chi ha più potere.  Perché è il potere a contare, che sia economico o di altra natura chi riesce ad avere un qualche minimo ascendente sull’altro ha la chiave del potere: anche i legami familiari, sono mere opportunità da sfruttare al momento giusto. Anzi azzarderei a dire che, tra le pagine di questo romanzo, si analizzano forse i lati più insani e malati dei rapporti umani anche quelli che per natura dovrebbero essere i più sacri e inviolabili: basti pensare al rapporto tra Rachel ed Antony. Legati in vita (e forse anche oltre) da un rapporto di amore/ odio malato e sbagliato, fatto di dolore e sofferenza che ne condiziona e danneggia l’esistenza ma che nessuno dei due riesce mai del tutto a recidere. Forse solo la morte può farlo, ma anche quella lascerà pur sempre le sue estreme conseguenze.
Ciò che mi ha colpita è la voglia che leggendo mi è venuta, di approfondire le vicende di ciascun personaggio “secondario”: conoscerne storia, vissuto e capirne così ancora di più la psicologia. Non è sicuramente facile riuscire a creare un tale ventaglio di possibilità che offrono spunti per nuove ed avvincenti storie e che, naturalmente, non possono tutte essere esaurite in un unico libro.  Sappiamo già che Sylvia Kant ha raccolto il guanto di sfida e gran parte delle vicende lasciate in sospeso in “Prova ad amarmi ancora” prenderanno vita in nuovi libri.

Quel ragazzo era l’incarnazione di tutti i più torbidi desideri di una donna. Antony non ispirava sesso… Lui era sesso. Lo è sempre stato.”

Devo ammettere che in molte parti del libro i personaggi considerati secondari hanno quasi rubato la scena ai principali, soprattutto ad Angela che, personalmente, ho mal retto in questo secondo romanzo. Non ho mai nutrito grande simpatia per la signorina Palmieri lo ammetto ma, in particolare nella prima parte di “Prova ad amarmi ancora”, mi sono ritrovata ad insultarla pesantemente per i suoi comportamenti e le sue scelte che personalmente non condivido. Ammetto che, senza fare spoiler, non ha vissuto situazioni facili da gestire per nessuna donna ma il suo considerarsi vittima degli eventi, la sua assoluta mancanza di fiducia verso colui che dice di amare l’hanno resa secondo me debole e volubile. Un po’ come una bambina e non una donna adulta alla ricerca della verità. Molte volte mi è sembrata fin troppo severa nei confronti del bel gigolò, quasi alla perenne ricerca di un pretesto ed una prova per abbattere e affossarne l’immagine e poterlo così dimenticare, toglierselo dalla mente per sempre quasi non meritasse il suo tanto prezioso amore. Mi è sembrato che per esorcizzare il suo amore per Antony, ne abbia ripercorso morbosamente le tappe: prendendosi i suoi affetti, cercando di cancellarne il ricordo dalla mente di alcuni suoi amanti, quelli che ha sempre temuto di più, in una sorta di strana rivincita o rivendicazione. Ho pensato quasi che Angela inconsapevolmente cercasse di prosciugare da questi il ricordo del suo uomo, per tenerlo solo e soltanto per se cancellandolo definitivamente dalla mente e dal cuore di tutti coloro che ne sono ossessionati. Ma è impossibile perché nessuno sarà mai come Antony.

13472260_10205199967993776_1661823855_n

Che dire di lui? Beh posso soltanto anticiparvi che non vi deluderà. Antony infatti, continuerà a fare ciò che gli riesce meglio: essere incredibilmente e dannatamente irresistibile, così tanto che non riesci mai ad avercela con lui finendo con il perdonargli anche azioni e scelte al quanto discutibili. Ma che ci volete fare, Antony crea dipendenza non soltanto alla sua variegata clientela, ma anche a noi povere lettrici. Vedremo però,  un Mr. Barker molto diverso da quello che abbiamo imparato a conoscere e che tanto abbiamo amato, oserei dire che in “Prova ad amarmi ancora” conosceremo più l’uomo del gigolò. Questo però non lo renderà meno attraente, anzi quell’uomo è erotismo allo stato puro e non lo nasconde: sarà sempre un’attrazione troppo forte per chi lo circonda.
Le parti in cui Antony è protagonista scorrono via senza neanche rendersene conto e, a mio avviso, fanno da contrappeso a quelle dedicate ad Angela che invece ho trovato più pesanti.

“ Due belve feroci, implacabili, spietate, continuano a contendersi, tuttora, la mia anima: l’uomo che ama Angela e la vuole serena, felice, tra le braccia di qualcuno che la meriti, e il mostro innamorato, geloso, egoista e sanguinario, che mostra le zanne al solo pensiero di saperla di un altro..”

 

Ciò che però mi ha fatto storcere un po’ il naso è stato il ruolo marginale, per non dire quasi del tutto inesistente, di Rachel. Essendo uno dei miei personaggi preferiti, mi sarei aspettata decisamente un suo maggiore coinvolgimento e ammetto che mi è parecchio mancata. Fin da “Prova ad amarmi” per me è stata il terzo protagonista e sono convinta che anche in “Prova ad amarmi ancora” avrebbe dato uno spessore ancora maggiore, magari sacrificando dei passaggi della storia a mio avviso superflui.
Penso di esser stata abbastanza esaustiva, forse anche fin troppo ma perdonatemi erano tante le osservazioni da fare su questo libro. Sicuramente ne mancano tante altre ancora, ma vista l’estrema attesa di molte di voi fans ho deciso di evitare ogni minimo spoiler per non rovinarvi il piacere della lettura.
Detto questo il mio voto per “Prova ad amarmi ancora” è di 4,5 stelline, sono curiosa di sapere cosa ne penserete voi. Per questo vi invito a lasciare un vostro giudizio nei commenti.
Non mi resta che augurarvi buona lettura!

Ah e buon Antony a tutte voi 😉

Veronica.    

13487634_10205199967953775_777240538_n

Our Score
Our Reader Score
[Total: 9 Average: 3.3]

One thought on “Recensione in Anteprima: “Prova ad amarmi ancora” di Sylvia Kant

  1. Volevo farti i complimenti per la recensione. L’ho letta fino alla fine ed è difficile che lo faccia, mq la tua mi ha incuriosita moltissimo. Mi trovo molto d’accordo sul tuo pensiero su Angela, anche io nelle prime pagine l’avrei strozzata. Sono a 1/3 di libro, e ti ringrazio per esser stata esaustiva senza spoilerare.
    Roby

Comments are closed.