Recensione ” Oscuro ” Marilena Barbagallo

Sfumature .

La nostra Niky ha letto e recensito per voi il libro di Marilena Barbagallo

Oscuro

51cw2shegcl-_sy346_

Acquista su Amazon

Titolo : Oscuro 

Autore : Marilena Barbagallo

Genere : Romanzo

Uscita : 7 Novembre 2016

Trama

Sei viva, respiri, provi a muoverti, ma non puoi. Sei legata in un letto e non ricordi cosa sia successo. Cosa proveresti se ti svegliassi imprigionata? Cosa faresti se la tua prima immagine fosse quella di Amir Shakib? Questo è ciò che accade a Lena Morozov, prelevata con la forza dal Settore Zero per portare a termine una missione a lei sconosciuta. Amir Shakib è pura oscurità, è marcio dentro, conosce il dolore, ma non lo sente più. Nessuno meglio di lui è capace di isolare le emozioni, annientare un’anima, sbriciolarla tra le dita e ricostruirla a sua immagine. Così le vite di Lena e Amir si incrociano. Lui è il suo Maestro e lei è la sua allieva. Lei cerca di resistere, lui deve spezzarla. Ma quando Amir riesce a entrarle nella mente, Lena non si aspetta di dover combattere anche contro la brama oscura, il desiderio di avvicinarsi al proibito, a colui che distrugge qualunque cosa tocchi. Lena sa che è sbagliato, ma ne è attratta, Amir sa che non deve, ma vuole. Insegnarle a sopravvivere, sarà l’obbiettivo, tenerla con sé, l’unico desiderio.

È più che fastidiosa. È più che bella.

È… più. E l’ho trovata. Esiste.

Annullarla, sarà la missione.

Ricostruirla, l’obiettivo.

Resta solo… prenderla.

Fan di Krum e di Marilena Barbagallo, accorrete, la regina dell’oscuro è tornata.

È sempre un piacere per me poter leggere una nuova opera di questa autrice self. Dopo aver perso la testa per Krum Botev, eccoci arrivare Amir Shakib, altrettanto passionale e fuori di testa (ancora più perverso e oscuro dell’altro). Continuate a leggere per saperne di più.

Lena Morozov ha una vita monotona e spenta. Pochi amici con cui uscire, danza, lavoro e casa. Il suo unico affetto è sua madre. I giorni passano nella solita routine finché qualcosa non sconvolge la sua vita, trasportandola all’inferno.

oscuro_personaggi

«Numero uno,» alza il pollice, «io sono presuntuoso. Numero due,» alza l’indice, «sono anche ostinato, esigente, meschino, violento, insensibile e determinato. Numero tre,» ha le dita in bella vista, «pecco, sì, così tanto che nemmeno l’inferno mi darebbe asilo»

Lena muore. E rinasce in una nuova vita. Nulla della sua esistenza passata le appartiene. Riapre gli occhi e vede solo lui: Amir Shakib. Il suo carceriere, crudele e violento come nessuno, privo di sentimenti e pietà, una macchina umana mostruosa fatta per distruggere Lena. Non ha mezze misure, entrerà in Lena per poterla svuotare e trasformarla in ciò che lui desidera.

Tuttavia, le cose non vanno mai come vogliamo. Amir Shakib non è solo privo d’animo ma anche pieno di una sensualità in grado di far capitolare una donna. Lena Morozov non è solo la vittima perfetta, ma una donna bella, eccitante e forte, un mix letale che stende gli uomini.

image004

 

«Lui è sempre il tuo primo pensiero?»

«L’unico» la correggo affiancandola. È un’ossessione, il mio promemoria, è il ricordo indelebile di tutti i miei mali.

 

Ma più di tutto questo, c’è quel legame forte e irresistibile che li unisce contro la loro volontà. Oltre l’odio che Lena prova per chi le ha tolto la libertà, oltre l’indifferenza che Amir sente per chiunque non sia sé stesso.

Oscuro è tutto questo, ma anche altro.

Ma per cosa la sta addestrando Amir? E perché proprio lei? Non vi resta che leggere e scoprirlo.

Un dark dalle tinte forti, capace di tenerti col fiato sospeso, e dove ogni scoperta ti lascia a bocca aperta. Ogni volta rimanevo sconvolta quando un dettaglio veniva fuori dalla mente malata della nostra cara Marilena. Questo romanzo non vi farà annoiare per un solo secondo.

 

La guardo come se fosse la cosa più bella, più impossibile, più inopportuna, più sbagliata, ma la guardo con la consapevolezza di percepire un nuovo bisogno, un nuovo obiettivo, qualcosa che dentro di me si insinua come l’unica via.

L’unica.

Morderle il cuore.

Sarebbe come spezzarlo. Distruggerlo. Squartarlo. Sbranarlo.

Morderle il cuore.

 

E poi c’è la passione. Oscura, perversa, intensa. Impossibile rimanere freddi davanti alla tensione erotica dei due. Possibile che nei momenti più disparati, anche la scena più banale può diventare bollente in un attimo? La passione che c’è tra Amir e Lena incendia tutto, li consuma, li travolge, impedendogli di fare altra scelta. Due calamite che si attraggono inevitabilmente.

Oltre a questo, ripeto, c’è una trama davvero ben strutturata e interessante che cattura l’attenzione del lettore.

oscuro2

Amir è un continuo stimolo a fare il peggio.

Sento che tira fuori la parte più oscura di me e la esalta, la modifica, la rende sua e la infetta ancor di più.

Amir è una bellezza che demolisce, è l’illusione di essere e di sentire, è il confine tra il proibito e il desiderio.

Amir è proibito.

Amir è desiderio.

Amir.

 

Un dark per eccellenza. Sono davvero meravigliata dal talento di questa autrice italiana. Non ha niente da invidiare a nessuna scrittrice. I suoi personaggi  sono forti, combattivi, appassionati; le sue storie sono accattivanti e travolgenti, ma non per persone sensibili. Se non siete fatte per le storie che si insinuano sino in fondo e ti strappano l’anima, lasciate perdere.

Ultima considerazione: Krum o Amir? Io non mi sono ancora schierata, mi piacciono entrambi troppo. Ma non nascondo che ogni tanto dovevo sventolarmi e pensavo “Che uomo!”. Ora traete voi le vostre conclusioni.

Ho cercato in lui un attimo di pace, ho lasciato che continuasse ad avvelenarmi il corpo e l’ho accolto. L’ho lasciato fare. Ho accettato le sue mani e… Dio, le ho bramate con tutta la forza che avevo in corpo.

Non volevo frenarmi, non potevo bloccarmi. Nella mia mente, nel mio sangue, stava scorrendo implacabilmente quella brama oscura. Scorreva Amir.

«Amir. Amir. Amir.»

 

Xoxo Niky

Our Score
Our Reader Score
[Total: 0 Average: 0]